Cosa fare quando ricevi una richiesta di preventivo online per un funerale?

Scopri la strategia efficace per gestire le richieste di preventivo online per un funerale e segui questi 3 semplici passi per evitare gli errori più comuni

1 Salva il numero del cliente sul tuo cellulare


La prima cosa che devi fare quando ricevi una richiesta di preventivo è salvare il numero del cliente sul tuo cellulare. Oltre al nome salva anche la località e il tipo di richiesta, usa delle abbreviazioni, continua a leggere e capirai come questo ti potrà essere molto utile.

Ecco un esempio di come salvare il nominativo nella rubrica del tuo telefono:

Mario Rossi il 15 agosto ha chiesto info per una Cremazione Non urgente,

registralo sulla rubrica del tuo cellulare in questo modo:

Mario.Rossi.Milano.C.N.15.8


Ecco un esempio di abbreviazioni che ti suggeriamo di usare
  • U per Richiesta Urgente
  • N per Richiesta Non urgente
  • C per Cremazione
  • T per Tumulazione
  • I per Inumazione

In questo modo se il cliente ti richiama, o ti manda un messaggio whatsapp saprai subito con chi stai parlando, di dov’è, di cosa aveva bisogno e quando.

E ti sarà utile anche quando ti richiamerà magari dopo una settimana, perchè si è verificato il lutto e la sua richiesta è diventata urgente e necessaria.

Inoltre ti sarà utile per fare attività di follow up, cioè per dare seguito alla trattativa iniziata, richiamando il cliente per sentire se le sue esigenze sono cambiate o stanno “maturando”, se ha deciso a chi affidarsi, se hai dei dubbi, se ha nuove richieste, se vuole rivedere il preventivo ecc. ecc.

2 Cerca informazioni sul tuo cliente prima di contattarlo


[ Noi lo facciamo sempre prima di validare la richiesta, nei prossimi aggiornamenti renderemo disponibili alle agenzie le informazioni acquisite per ogni utente ]

Dopo aver salvato in rubrica il nome e numero del cliente la prima cosa da fare è controllare se ha Whatsapp, vedere la foto del suo profilo, l’eventuale messaggio in bio o lo stato.

Cercando sul web ad esempio il telefono, la mail, oppure nome e località puoi riuscire a trovare i suoi profili social di Facebook, Instagram, Linkedin, Youtube, questo ti permette di conoscere il cliente, l’età, il lavoro, la famiglia, le passioni, gli hobby e perchè no, anche il tenore di vita, prima ancora di contattarlo.

Conoscere il tuo interlocutore ti consente di impostare la comunicazione nel migliore dei modi.

Se non trovi informazioni puoi provare cercando su Google immagini la foto del profilo Whatsapp. Usa Whatsapp Web, salva sul tuo pc la foto del profilo e poi vai su Google Immagini e cerca. Inoltre se non hai un CRM, o un gestionale, sarebbe utile prepararti una piccola scheda per ogni richiesta o trattativa e annotare tutte le informazioni acquisite.

3 Contatta il cliente con il messaggio che si aspetta di ricevere


Ora che ti sei fatto un’idea di chi hai davanti puoi contattare il cliente, via mail, sms, whatsapp o telefonando ma ricorda che l’utente si aspetta di ricevere un preventivo e che lui non ti conosce.

Gli utenti fanno richieste molto generiche e anche volendo, spesso, non è possibile preparare un preventivo dettagliato.

Questo ci permette di collegare le aspettative del cliente alla tue esigenze commerciali in un modo molto semplice e trasparente, basta telefonare al cliente e spiegare che per preparare il preventivo hai bisogno di alcuni chiarimenti.

Cosa fare se il cliente non risponde al telefono


Può accadere che una persona non risponda al telefono, da un sondaggio che abbiamo fatto tra i nostri utenti è emerso che la persona non risponde al telefono per vari motivi:
  • si trova al lavoro
  • non sente il telefono
  • non è dell'umore giusto
  • è impegnato in altre cose
  • sta guidando e non può fermarsi
  • non è da solo e non può parlare
  • non risponde a numeri che non conosce
  • non risponde a numeri di fuori provincia
  • pensa che si tratti di pubblicità
  • ...
In questo caso suggeriamo di inviare un messaggio whatsapp, oppure un sms con notifica di ricezione o una email con conferma di lettura; ecco un esempio di cosa potresti scrivere per iniziare la trattativa:

"Buongiorno sono Luigi dell'impresa funebre Bianchi di Milano, abbiamo ricevuto la sua richiesta di preventivo da www.MioFunerale.it con cui collaboriamo.

Per poter preparare un preventivo dettagliato ho bisogno di avere alcuni chiarimenti

La posso chiamare? "


In questo modo il cliente capirà chi lo sta chiamando e per quale motivo, sarà molto più disponibile a rispondere alla chiamata o al messaggio, e non appena inizia la conversazione sarai tu a fare la differenza, con la tua esperienza e professionalità, saprai come spostare l'attenzione dell'utente dal prezzo alla qualità del tuo servizio e gestire la trattativa come preferisci, non devi quindi necessariamente inviare un preventivo al ribasso ma hai la possibilità di farti apprezzare per la tua competenza, professionalità e qualità dei tuoi prodotti e servizi

Riflessioni e Considerazioni finali, Ricorda che...


  • Non tutte le trattative portano ad un incarico, rifletti e cerca di capire perchè l'utente non ti ha scelto.
  • A differenza di qualunque altro settore, chi chiede il preventivo per un funerale, non è un perditempo, ma lo fa perchè ne ha veramente bisogno, prima o poi.
  • La vera motivazione che spinge gli utenti a chiedere preventivi non è la ricerca del prezzo ma il fatto che in realtà non hanno un’impresa funebre di fiducia.
  • Le richieste Non Urgenti possono diventare Urgenti in qualunque momento e se il cliente avrà un buon ricordo di te sarai il primo che chiamerà
  • Secondo un'indagine che puoi trovare sul sito del Codacons l'85% delle famiglie cui è proposto un funerale poco dopo la morte di un proprio caro, accetta immediatamente le offerte delle agenzie funebri senza confrontare le tariffe praticate da altri, non perdere tempo, contatta subito il cliente quando ricevi una richiesta di preventivo
Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest Condividi su Linkedin
CHIUDI Utilizziamo coockie tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. informativa privacy.